Argomenti

Covid-19 versione della legge del 1° aprile – non c’è mai limite al peggio!

Dalla sua introduzione nel settembre 2020 la legge Covid 19 è già stata modificata e completata due volte. L’ultimo inasprimento, introdotto il 19 marzo 2021, contiene tutto. La maggior parte delle nuove modifiche sono valide solo fino al 31 dicembre 2021. Tuttavia, la legge sarà valida fino al 31.12.2031. Cos’altro è previsto?

Divisione della società: La nuova legge divide ancora di più la società: le persone che obbediscono ai dettami del governo beneficeranno di condizioni migliori e di maggiore libertà rispetto agli individui che vogliono decidere in maniera liberame e indipendente.

  • NO alla divisione della società e all’esclusione attraverso la coercizione vaccinale con vaccini autorizzati solo temporaneamente/a tempo determinato (per il vaccino Covid-19 vedi informazioni tecniche su ch).

Pieni poteri al Consiglio federale: con l’art. 1 cpv. 4 il Consiglio federale ha acquisito un potere unico per quanto riguarda i provvedimenti Covid19. Deve solo informare il Parlamento. Purtroppo, il Parlamento si impegna solo parzialmente a favore del Sovrano e dei suoi diritti fondamentali.

  • NO alla sconfinata e incontrollata competenza del Consiglio federale!

Certificati per la libertà? Vaccinazione e test obbligatori indiretti grazie all’introduzione dell’articolo 6a: il previsto certificato di vaccinazione, test e guarigione apre le porte all’arbitrio, non solo in ambito politico ma anche economico. I campi “vaccinare sì – vaccinare no” sono già oggi divisi. La società sarà così ulteriormente spaccata in due.

Validità: vaccinazione e guarigione: 6 mesi, test: 72 ore – poi si ricomincia da capo. Se il rilevamento degli anticorpi sia sufficiente rimane una questione aperta. Se le vaccinazioni proteggano sufficientemente rimane una questione aperta. Anche le persone vaccinate potrebbero infettare altri e possono essere rimandate in quarantena (artt. 1a e 3a cpv. 2).

Sondaggio 20min.ch: il 69 % (al 26 maggio) rifiuta un tale certificato.

  • NO alla sorveglianza digitale attraverso “un sistema elettronico di tracciamento dei contatti efficace e capillare” (tracciamento dei contatti) secondo l’attuale articolo 3 cpv. 7 a.
  • No al controllo digitale completo

Senza una legge, niente più indennità? L’unico argomento del Consiglio federale sui motivi per cui la legge è necessaria è che senza la legge gli aiuti finanziari non sarebbero più possibili. Per applicare ulteriori misure Covid il Consiglio federale avrebbe le mani più o meno legate senza questa legge. A suo dire, dovrebbe addirittura interrompere le misure esistenti. Questa legge sarebbe l’aiuto migliore e più sostenibile per le PMI.

È fondamentalmente sbagliato che la Confederazione possa fornire aiuti finanziari solo attraverso la legge Covid 19. La Confederazione dispone già oggi di altri mezzi (p. es. art. 163 cpv. 2 Cost.).

Gli aiuti finanziari Covid-19 (p.es. art. 17 segg.) terminano il 31.12.2021 o già il 30.6.2021.

  • NO all’inganno della popolazione. Sì alla trasparenza e alla fiducia. Il sostegno finanziario può essere trasferito in una nuova legge Covid-19 sugli aiuti finanziari, conformemente alla mozione (21.3402) depositata in Consiglio nazionale.

Solo vantaggi per i vaccinati? La società a due livelli imposta dal Consiglio federale si riflette anche nell’articolo 3, che non impone più una quarantena alle persone vaccinate.

  • NO alla discriminazione arbitraria contro i non vaccinati, secondo l’art. 3a. Le persone vaccinate non sono più costrette alla quarantena, anche se possono ancora trasmettere il virus e con la vaccinazione proteggono solo se stessi. In caso di un sì alla legge Covid 19 la discriminazione sarà certamente estesa.
  • NO a una società a due classi, una società di persone vaccinate con diritti fondamentali e persone non vaccinate con diritti fondamentali limitati – citazione dell’avv. Philipp Kruse – nonché coercizione e discriminazione delle persone non vaccinate.

Precedenti e ulteriori argomenti contro la legge Covid-19 possono essere trovati sul nostro sito web www.covid19-referendum.ch.

Argomenti legge Covid

 

Torna su